TRANS BALCANI  -  Bulgaria e Grecia

 

       Dal 12.08. al 25.08.2018.

       Dal 30.09. al 13.10.2018.

               

 

Viaggiare, scoprire e conoscere il Mondo in sella della propria mountain bike.

Partendo da Sofia – la capitale della Bulgaria e seguendo le strade sterrate attraverso le montagne più alte della Penisola Balcanica,  visiteremo importanti luoghi culturali e città d’arte. Termineremo la nostra pedalata sulle coste del Mar Egeo in Grecia e ai Monasteri del Monte Athos dopo un totale di 583km. distribuiti in 11 giorni. ( Single trac - 22km. Sterrato – 298km. Asfalto – 263km.). I alloggi sono alberghi, agriturismi e case private di buona qualità.  Avremo a disposizione il minibus predisposto per il trasporto delle biciclette a seguito.

 

1-mo giorno: Arrivati a Sofia e sistemati in albergo, andiamo a visitare la capitale bulgara accompagnati da una guida turistica. Verso sera rientriamo di nuovo in albergo per cena e pernottamento.

 

2-do giorno: Da Sofia a Dren - 53km.; dislivello salita-1015m; dislivello discesa-1000m.

Single trac – 6km. Sterrato -  27km. Asfalto – 20km. Pedalabile 100%. 

In mattinata montiamo e mettiamo a punto le nostre bici per i prossimi undici giorni di pedalate.

Partiamo sui pedali proprio dalla porta dell’albergo. Presto una strada sterrata ci fa immergere nell’intenso verde dei boschi del Monte Vitosha.

Poco dopo pranzo, lasciamo Vitosha dirigendoci verso il monte Verila seguendo, per un breve tratto, il sentiero europeo per i pedoni N° E-4. che parte dal Portogallo e arriva a Peloponeso in Grecia.

  Giunti sulla cresta centrale della montagna, scendiamo in una lunga discesa che ci porta a Dren (un paesino rannicchiato in una delle vallate di Verila). Qui saremo ospiti di una piccola fattoria famigliare, che dispone di due confortevoli appartamentini. Cena e pernottamento.

 

 

3-zo giorno: Da Dren a Bistritza-30,5km.; dislivello salita-690m. ; dislivello discesa-580m.

Single trac – 4km. Sterrato – 13km. Asfalto – 13,5km. Pedalabile 99%

Dopo aver gustato sia a cena, sia a colazione i piatti tipici della cucina locale, preparati esclusivamente e solo con i prodotti fatti  in casa, ci mettiamo in sella per affrontare la seconda tappa.

Il nostro itinerario attraversa i campi agricoli e piccoli, isolati paesini di campagna che ci danno l’impressione di esserci appena svegliati da un lungo e profondo sogno.

 Di fronte a noi si innalza la maestosa catena del monte Rila (la montagna più alta della penisola Balcanica).

Nel pomeriggio giunti a Bistitza, ci sistemiamo in un alberghetto per il  pernottamento e la cena.

 

 

4-to giorno: Da Bistritza al Monastero di Rila-46km.; dislivello salita-1130m.; dislivello discesa-1100m.

Single trac – 3km. Sterrato – 22km. Asfalto – 21km. Pedalabile 99%.

Una strada sterrata in mezzo ai boschi di pini,rovere e nocciole  ci porta alla piccola cittadina di Rila, situata all’inizio dell’omonima vallata. Rila è la città nativa di Sant Ivan di Rila (il Santo fondatore del più grande e importante monastero Cristiano Ortodosso in Bulgaria - il Monastero di Rila).

Dopo pranzo pedaliamo per ca. 20km. sull’ asfalto (non c’è nessuna possibilità di prendere lo sterrato), che ci porta proprio nel cortile del più famoso monastero.

In serata, un alberghetto nelle vicinanze del monastero, ci ospita per la cena, offrendoci la specialità culinaria della vallata (trota pescata nel torrente). La scelta di un buon vino bianco spetta a noi.

 

 

5-to giorno: Dal Monastero di Rila a Bansko-70km.; dislivello salita-1585m.; dislivello discesa-1630m.

Single trac – 4km. Sterrato – 26km. Asfalto – 40km. Pedalabile 98%.

Seguiamo in leggera salita la vallata dell’ Iliina Reka per ca.10km. Svoltiamo a destra e attraversando il fiume,iniziamo a salire verso il rif.Makedonia-2166m. La salita è abbastanza pedalabile,tranne qualche ostacolo e un tratto di strada rovinata dal torrente, dove dobbiamo spingere le bici per ca. 2km.

Dopo  pranzo ci buttiamo in una discesa lunga più di 15km. Segue una leggera e breve salita e di nuovo in discesa fino al paesino di  Bania . Da qui a Bansko mancano ca. 6km.di leggera salita.

Ci sistemiamo in albergo e usciamo per breve visita della cittadina(rocca forte del rinascimento della Bulgaria e il più noto centro sciistico dei Balcani). A cena assaggiamo i piatti tipici e gustosi del ristorante “Bariakova Mehana”(vincitore del premio d’oro per la migliore cucina in Bulgaria).

 

 

6-to giorno: Da Bansko verso T.Poliana-38km.; dislivello salita-730m.;  dislivello discesa-650m.

Single trac – 0,5km. Sterrato – 23,5km. Asfalto – 14km. Pedalabile 100%.

Poco dopo la partenza dall’albergo,usciamo dalla città e pedaliamo in mezzo alla campagna di Bansko.

Da Dobrinishte la strada diventa asfaltata e sale per ca.10km. Si svolta a sinistra e siamo di nuovo a nostro agio,circondati da un bellissimo bosco di pini e faggi secolari. Una strada che taglia il pendio quasi in orizzontale,ci porta a un bel prato con una fontana d’acqua gelida,dove ci fermiamo per fare il pic-nic.

Poco dopo  pranzo,proseguendo sul la stessa strada, arriviamo al punto prefissato per  la cena e il pernottamento in una struttura privata.

 

 

7-mo giorno: Da T.Poliana a Melnik-64,5km.;dislivello salita-1490m. ;dislivello discesa-2100m.

Single trak – 2km. Sterrato – 51km. Asfalto –11,5km.Pedalabile 99,9%.

Breve e ripida salita e di nuovo ci immergiamo nel verde dei boschi del Monte Pirin. Superiamo alcune salite e discese e arriviamo a un modesto ristoro di montagna giusto per l’ora di pranzo.

Ancora pochissimo in leggera salita e una lunga discesa ci porta al paesino  di Rojen, dove ci fermiamo per visitare l’omonimo monastero (monastero di Rojen è costruito nel XII-mo secolo dopo Cristo ed è il più antico monastero sul territorio della Bulgaria).

Per 6-7km. ci trasferiamo sull’asfalto per raggiungere la pitoresca cittadina di Melnik,(città famosa nei secoli per la sua cultura vinicola e gli ottimi vini).

Il gentilissimo proprietario del nostro alberghetto ci racconterà con tanto orgoglio e tanta passione la storia della sua città. Non mancherà certamente l’assaggio del suo vino e della buonissima grappa d’uva.

 

 

8-vo giorno: Da Melnik ad Aghistro-31,5km.; dislivello salita-450m.; dislivello discesa-560m.

Single trac – 0km. Sterrato – 0km. Asfalto – 31,5km. Pedalabile 100%.

Mattinata dedicata alla visita della città di Melnik e una delle antiche case vinicole trasformata in museo.

Dopo tanti giorni di pedalate su e giù per le montagne, oggi avremo una tappa di relax.

Da Melnik seguendo le strade secondarie che collegano i vari paesini nella pianura,arriviamo alla frontiera con la Grecia e ci trasferiamo sul territorio greco. Pochi chilometri in salita e la strada  ci porterà in un nuovo e bellissimo albergo nel paesino d’Aghistro,dove ci fermiamo per il pernottamento.

 

 

9-no giorno: Da Aghistro a Vrontoù-52km.; dislivello salita-1730m.; dislivello discesa-960m.

Single trac – 0km. Sterrato – 33km. Asfalto – 19km. Pedalabile 100%.

Iniziamo le lunghe salite e altrettanto lunghe discese sulle montagne della Grecia.

L’aria fresca dei boschi di faggio,sotto l’ombra dei quali stiamo pedalando,riempie i nostri polmoni di freschezza e ci aiuta a non  sentire le salite  molto stancanti.

C’è da dire che il clima sulla penisola Balcanica è molto ventilato e anche se siamo più giù del parallelo di Roma e in piena estate , l’afa è completamente assente. Saliti su un passo di montagna,una lunga discesa ci porta ad Achladohori,dove ci fermiamo per ripristinare le forze in una taverna al centro del paesino.

Si riparte in salita e dopo 5km.di asfalto,si riprende lo sterrato. Di nuovo bosco,di nuovo la strada bellissima e di nuovo in salita,fino a un passo dove sui pali di ferro troviamo marcato il sentiero europeo per i pedoni “E-6”. Da qui attraverso una lunga discesa, giù nei bellissimi boschi,raggiungiamo un alberghetto molto carino, dove un personaggio appassionato di mountain bike,arrampicata ,rafting e arti marziali lo ha trasformato in un paradiso per praticare lo sport all’aperto e per il relax in mezzo alla natura .

Questa sera saremo ospiti di Panayotis.

 

 

10-mo giorno: Da Vrontoù ad  Simvoly-61km.; dislivello salita-760m.; dislivello discesa-1740m.

Single trac – 0km. Sterrato – 32km. Asfalto – 29km. Pedalabile 100%.

Su una strada asfaltata  e non trafficata si sente solo il suono dei nostri copertoni in discesa e il fischio del vento nelle orecchie.

Giungiamo nella pianura del fondo valle e abbandonato l’asfalto, iniziamo a salire verso il Panòrama,per buttarci poi di nuovo in discesa nella vallata di Drama.

Breve sosta per il pranzo e seguendo le strade di pianura con un po’ di asfalto e un po’ di sterrato arriviamo in un bellissimo albergo dove ci sistemiamo per il pernottamento e cena.

 

 

11-mo giorno: Da Simvoly ad Asprovalta-59,5km.; dislivello salita-475m.; dislivello discesa-510m.

Single trac – 2km. Sterrato – 38,5km. Asfalto 19km. Pedalabile 100%.

Da Simvoly proseguiamo sulle strade agricole e pedalando in mezzo alla ricca campagna nella vallata di Strimona, intorno a mezzogiorno raggiungiamo la costa del mar Egeo. Da qui manca di percorrere ancora ca.10km. di asfalto per arrivare in albergo.

Appena sistemati nelle camere, ci troviamo fuori per un tuffo nel mare distante solo 50m.dall’albergo.  

 

12-mo giorno: Da Asprovalta a Ouranopoli-77km.; dislivello salita-995m.; dislivello discesa-1010m.

Single trac – 0km. Sterrato – 32km. Asfalto – 45km. Pedalabile 100%.

Seguendo il lungo arco di costa e le spiagge d’ Asprovalta e Stavròs,prendiamo  per ca.30km.la statale non molto trafficata che costeggia la penisola Calcidica e porta a Ouranopoli (ultimo paesino prima della frontiera con i monasteri del monte Athos).Prima d’arrivare a Ouranopoli,  facciamo breve sosta per visitare il villaggio nativo di Aristotele – Il padre della filosofia, che si trova vicino della strada.

Arrivati alla destinazione ci sistemiamo in un alberghetto e ci troviamo per cena in una taverna in riva al mare, che offre la bontà di pesce fresco, per stappare qualche bottiglia di buon vino bianco e festeggiare la fine delle tappe. 

13-mo giorno: Visita dei monasteri del monte Athos.

Il Monte Athos è simbolo dell’ unione  delle chiese cristiano ortodosse. E’ come il Vaticano In Italia.E’ uno Stato nello Stato. Per entrare sul territorio e visitarlo è richiesto il visto.

Noi ci accontentiamo  di un  viaggio a bordo di un battello che aggira il monte Athos e  ogni tanto si ferma di fronte ai monasteri. Pomeriggio libero per relax,shopping  e impacchettare  le bici.

 

14-mo giorno: Trasferimento all’aeroporto di Thessaloniki e rientro in Italia con volo di linea. 

 

-Per motivi tecnici organizzativi il programma può subire variazioni.

-Per visitare la Bulgaria e Grecia basta solo la carta d’identità in corso di validità.

-Si consiglia l’utilizzo della bici propria e possibilmente doppio ammortizzata.

-Il casco durante le tappe  deve essere sempre indossato e ben allacciato.

- C’è la possibilità di noleggiare le biciclette in Bulgaria. Non possiamo garantire la qualità!

 

 

I colori significano: Verde- facile ; Giallo- media difficoltà ; Rosso- difficile ; Blu -molto difficile  

 

 

Il costo del programma è di Euro 1750,00 a persona e include:

-Viaggio in aereo di andata e ritorno in classe economy.

-Trattamento di mezza pensione negli alberghi ,negli agriturismi e nei rifugi  di buona qualità.

-Pullmino al seguito .In caso di necessità o di stanchezza i partecipanti  possono  usufruire del trasporto .

-Tutti  i trasferimenti previsti nel programma in pullmino al seguito, attrezzato per il trasporto delle bici.

-Trasporto delle bici in aereo d’andata e ritorno.

-La visita guidata a Sofia.

-La gita con battello a Monte Athos.

-Polizza assicurativa per recupero,ricovero in ospedale,assistenza medica e rimpatrio.

-Accompagnamento di Guida Italiana di M.T.B. di madre lingua bulgara e conoscenza della lingua greca.

 

 

 

 

     Guide Alpine “Planet Trek” by Planet Trek Travel T.O.

                          Via Plan Teregua – 17 ;  23030 Valfurva-SO-

                Tel:+39/347/3233100 ; Skype: pirin60 ; Facebook: Planet Trek

                            E.mail: plamen@planettrektravel.eu  ; www.planetrek.net             

 

 

Ritorna a Mountain bike