Trekking sulle Montagne degli Dei

Bulgaria e Grecia

CULTURA , STORIA, NATURA

Dal Monte Rila e Pirin al Mar Egeo, Monte Olimpo e le Meteore

                                       Dal 29.07  al  11.08.2017                                                               

UN VIAGGIO NEL PASSATO E NEL PRESENTE DEI DUE PAESI BALCANICI

 

 

1°giorno:  Un aereo di linea ci porta dall’aeroporto di Milano all’aeroporto di Sofia - la capitale della Bulgaria.

Da qui inizierà il nostro viaggio pieno di avventura,cultura e ricco d’incantevoli paesaggi e di natura incontaminata.

Andiamo a visitare la capitale bulgara e dopo la visita ci trasferiamo in pullmino verso la cittadina di Samokov.,situata ai piedi della montagna più alta della Bulgaria e dei Balcani – Pizzo Mussala-2925m. Un alberghetto ci ospita per la cena e il pernottamento.

 

giorno:   Un breve trasferimento dall’albergo alla località di Borovetz -1300m. e partiamo per l’ascensione al Pizzo Mussala-2925m.(il punto più alto dei Balcani). Per facilitare la lunga salita usufruiremo di una cabinovia che ci porterà mille metri più in alto del villaggio fino al Rif. Jastrebetz-2300m.  da dove mancheranno solo ca. 600m. di dislivello in salita per arrivare sulla cima. Intorno a mezzogiorno siamo sulla vetta più alta della Penisola Balcanica. Dopo breve pausa scendiamo verso Borovetz, usufruendo ancora del servizio della cabinovia.

Nell’ arco della giornata la  guida ci racconterà un po’ di storia della Bulgaria. Pernottamento e cena saranno in albergo.

                                    

3°giorno:  Oggi entriamo in una delle più belle vallate della montagna – la Vallata di Maliovitza. Da un’ altitudine di – 1700m. prendiamo il sentiero che ci porta verso l’omonima cima alta 2775m.

Arrivati al lago di Elena, la guida ci racconterà la leggenda del lago e delle cime che ci circondano.     

Giunti sulla vetta di Maliovitza, rimaniamo con il fiato sospeso dal bellissimo panorama che si apre intorno a noi.

In lontananza si intravede la catena del Monte Pirin – la nostra prossima meta.

Scendiamo sul versante opposto rispetto alla salita e in serata arriviamo al Monastero di Rila.

Qui ci aspetta il nostro pullmino che ci porterà in un alberghetto situato a pochi kilometri dal monastero dove ci fermiamo per cena e pernottamento.  

 

4°giorno: Questa giornata ce la prendiamo comodo. Andiamo a visitare il Monastero di Rila (il più grande e il  più importante monastero in Bulgaria).

Entriamo nel cortile per visitare la chiesa e rimanere incantati davanti ai bellissimi affreschi che raffigurano scene religiose della Bibbia dipinte nel periodo della rinascenza bulgara.

Verso mezzogiorno  partiamo per la città di Bansko (la roccaforte della rinascenza) e ci sistemiamo per il pernottamento in un accogliente alberghetto.

Il tempo di una doccia e usciamo per visitare la pittoresca cittadina di Bansko,che con il suo vecchio quartiere e la sua chiesa ci fa sentire un’indimenticabile atmosfera della vita ,delle sommosse popolari e della cultura bulgara dei secoli passati.

La cena sarà in un locale tipico “Bariakova Mehana” dove assaggeremo i piatti tipici e gustosi della cucina locale.

La serata sarà animata da musica dal vivo e canti tradizionali.

 

5°giorno:  Presto in mattinata il nostro pullmino ci porterà per ca. 30km. nella “Valle di Stapalata”. Partiamo dal rifugio per fare la famosa traversata del “Cavallino”,passando sulla cresta centrale del Monte Pirin composta da roccia di marmo. Superando il Cavallino, raggiungiamo la vetta più alta della montagna – “Vihren-2914m.”(nominata dagli antichi Traci “Il castello del Dio Perun”).

Una ripida discesa ci porta al rif.Vihren,dove ci aspetta il nostro pullmino per riportarci in alberghetto a Bansko.

Cena e pernottamento.

 

6°giorno: Ci trasferiamo da Bansko verso il rif. Vihren e approfittando di una breve sosta, visiteremo un albero di più di 1300 anni di età iscritto nel libro di UNESCO come patrimonio dell’umanità.

Dal rif. Vihren iniziamo la salita nella vallata di Banderitza per raggiungere il piccolo rifugetto “Tevno Esero”-2500m.

La tappa è abbastanza lunga, ma molto suggestiva. Una volta giunti sulla cresta centrale della montagna proseguiamo salendo e scendendo di poco dislivello sulle numerose cime che si innalzano sopra i 2500m.

Durante il percorso la guida ci racconta le leggende dalle quali provengono i nomi delle montagne che vediamo intorno a noi.

Il paesaggio è incantevole. Nelle vallate modellate dal ritiro dai grandi ghiacciai si sono formate tantissimi laghetti di montagna che con il suo colore azzurro verde sembrano come se fosse le pietre di turchese sparsi nel verde smeraldo della vegetazione.

 

7°giorno:  Oggi si scende. Dal piccolo rifugetto saliamo per poche decine di minuti  al passo“Kralevdvor”.

Scendendo, abbandoniamo le cime rocciose e entriamo in una bellissima e verde vallata piena di laghetti e di cosi d’acqua. Verso il mezzogiorno giungiamo a un rifugio situato sulla riva di un laghetto. Ci fermiamo per pausa pranzo e la nostra guida ci racconterà la legenda di questa zona e da dove provengano in nome cosi strani delle cime intorno.

Dopo il pranzo una seggiovia ci porterà in giù, dove ci aspetta il nostro pullmino per portarci nella pittoresca cittadina di Melnik (antica città, famosa per la sua architettura, storia e buonissimi vini locali). Sistemazione in un alberghetto con gestione familiare e, com’è giusto che sia, il pasto serale sarà accompagnato d’ottimo vino fatto del padrone di casa e della sua buonissima grappa d’uva.

 

8°giorno:  Breve visita della città di Melnik e di una casa vinicola, trasformata in museo. Poi, per non perdere niente delle bellezze nella zona, facciamo un breve trasferimento in pullmino per visitare il monastero più antico sul territorio della Bulgaria – Il Monastero di Rojen.

Verso le ore 11,30 partiamo per andare via  dalla Bulgaria e trasferirci in Grecia.

(Se per alcuni la Grecia rappresenta solo la bellezza del mare, è arrivato il momento di cambiare l’opinione. La parte interna del Paese Balcanico è altrettanto bella e ricca di natura.),

Il nostro pullmino ci porta sempre più a sud sulle coste del Mar Egeo  e per concludere la giornata in bellezza ci facciamo un bagno in mare vicino a Litohorò (un villaggio ai piedi  del Monte Olimpo).

Nel tardo pomeriggio torniamo in albergo e dato che siamo al mare, ceniamo a base di pesce.                  

 

9°giorno:  Da Litohorò il nostro mezzo ci aiuterà ancora per un po’ fino a poco prima del Rif.Prionià.1100m.

Ci aspetta una salita a piedi di ca. 3 ore, per arrivare al Rif. Spillos Agapitos-2100m. Dopo la cena  facciamo una bella dormita all’accogliente rifugio, sotto la cima di Mitikas (il castello del Dio Zeus).

 

10°giorno: Oggi mentalmente ci trasferiamo nella mitologia greca ,sperando di trovare Dio Zeus di buon umore, che ci permetta una splendida veduta dalla cima Mitikas-2917m.verso il Mare e la penisola di Halkadiki (La sede del Patriarca di Kostantinopoli).

Per maggiore sicurezza durante gli ultimi metri di salita ci leghiamo in cordata.

In discesa dalla cima all’inizio prendiamo la strada di salita e dopo un pò giriamo a sinistra per attraversare sotto le cime di Mitikas e Stefani e raggiungere il Rif. Apostolidis. Così la nostra visita della montagna sarà completa.

Ci fermiamo al rifugio per la cena e il pernottamento, sperando d’assistere a un bel tramonto sulle cime dell’Olimpo.

 

11°giorno: Dal rifugio scendiamo per 3-4 ore a piedi e raggiungiamo la strada asfaltata. Riprendiamo il nostro viaggio in pullmino fino alla piccola cittadina di Kalambaka, situata sotto le pareti rocciose delle Meteore.

L a comodità di un bel alberghetto con gestione familiare, ottime grigliate di carne e una bottiglia di birra raffreddata a grado giusto, ci faranno dimenticare la stanchezza accumulatasi nelle giornate di trekking in montagna.       

 

12°giorno: Dedichiamo tutta la giornata alle visite dei famosi monasteri di Meteora.

Dopo aver riempito le schede delle macchine fotografiche, rientriamo in albergo per goderci un meritato riposo.

 

13°giorno: Partiamo verso il Salonico e nel primo pomeriggio ci sistemiamo in un albergo. Non può mancare una breve visita della città principesca e gloriosa di Tessaloniki. La cena sarà in un ristorantino vicino al nostro albergo.

 

14°giorno: Trasferimento all’aeroporto di Salonico e rientro in Italia.

-Pre visitare la Bulgaria dopo il 01.01.2007. è neccessario avere solo la carta d’identità.

-Per motivi tecnici organizzativi il programma può subire variazioni.

-Portare con sè il tesserino C.A.I.

 

 

Il costo del programma è di Euro 1550,00 a persona e include:

-Viaggio in aereo Milano-Sofia e Salonico-Milano in classe economy.

-Mezza pensione negli alberghi in Bulgaria e in Grecia.

-Mezza pensione nei rifugi in Bulgaria e Grecia.

-Il biglietto di andata e ritorno con la cabinovia a Borovetz.

-Il biglietto della seggiovia a Monte Pirin.

-Tutti i trasferimenti in pullman o pullmino al seguito, previsti nel programma.

-Polizza assicurativa per l’assistenza medica,recupero e ricovero in ospedale.

-Accompagnamento di guida turistica per la visita di Sofia.

-Accompagnamento di Guida Alpina Italiana con conoscenza della lingua bulgara e greca.

 

Attrezzatura:

-Scarponcini da trekking comodi, imbragatura, cordino di 3-4m., due moschettoni a ghiera e il casco.                                            

-Pantavento e giacca a vento, ombrello o mantella, crema protettiva, occhiali da sole, berretto, fascetta e foulard.

- Sacca per il viaggio, zaino da 30-50 litri, sacco lenzuolo, pila frontale o normale, un paio di guanti leggeri.                                                                     

 

 

                                  Guide Alpine “PLANET TREK” by Planet Trek Travel T.O.  

                                               Via Plan Teregua 17   23030 Valfurva-SO-

                                                       Tel Cell :+39/347/ 32 33 100 ; Tel Uff :+39/ 0342/ 93 54 89; Fax: +39/ 0342/ 92 50 40  

                        E.mail:  plamen@planettrektravel.eu  ; www.planetrek.net   

 

Ritorna a Trekking