TREKKING SULL’ ISOLA DI KARPATHOS

Da costa a costa

dal 12.09 al 19.09.2017

1° giorno:   atterrati all’aeroporto di Karpathos con un volo dall’Italia, ci trasferiamo nella capitale (la cittadina di Pigàdia) situata sulla costa sud-orientale dell’isola.

Ci sistemiamo in albergo e poi andiamo in spiaggia per fare un tuffo nel mare e per riscaldarci le ossa sotto il sole del Mediterraneo.

Più tardi usciamo per cena in una delle taverne che si affacciano sul golfo.

 

2° giorno:   di mattina presto, dopo un breve trasferimento di alcuni chilometri con un mezzo locale, iniziamo il nostro trekking. Saliamo lungo un piccolo sentiero che nei prossimi cinque giorni ci consentirà di attraversare tutta l’isola da sud a nord.

Verso mezzogiorno siamo sulle pendici della cima più alta del Karpathos (Kalilimni-1215m) e giunti sulla vetta ci fermiamo ad ammirare a 360° lo splendido panorama sui monti  circostanti del mare.

Di seguito la discesa, fino ad arrivare ad un piccolo paesino di montagna dove una tavernetta nascosta in mezzo al verde degli alberi, ci ospita per la cena e il pernottamento.     

 

3° giorno:   proseguiamo il nostro percorso lungo il sentierino poco visibile che si nasconde tra le rocce di calcare e i cespugli spinosi (tipica vegetazione di questa fascia climatica).

Davanti ai nostri occhi, come ad un bel ritratto, si aprirà ogni tanto un piccolo squarcio di spiaggia con il mare limpidissimo, che ci farà venire il desiderio di poter alzarsi in volo ed atterrare laggiù.

Poco dopo mezzogiorno arriviamo al paesino di Spoa.

Per evitare 3-4 km di discesa sull’asfalto, ci facciamo trasportare da un mezzo fino alla costa per arriviare su una delle più belle spiagge dell’Isola; si può definire “la spiaggia dei sogni”.

La padrona della vicina tavernetta, ci offre per cena quello che suo marito è riuscito a pescare durante la giornata.

 

 

4° giorno:   ci affidiamo di nuovo all’amico di ieri che con la sua macchina ci da un passaggio evitando la salita, per ritornare a Spoa, da dove inizieremo la più lunga camminata del nostro itinerario che ci porterà ad Olimpos – (La capitale del folclore dell’isola).

Il sentiero, percorso normalmente dalle capre lasciate libere di pascolare ovunque per tutta la stagione, ci porta in alto sulla cresta della montagna regalandoci  paesaggi marini, uno più bello dell’altro.

Dopo la metà del percorso giornaliero, l’itinerario diventa un po’ monotono. Scendiamo verso il mare e giunti a quota zero affrontiamo l’ultima salita prima di arrivare alla pittoresca cittadina di Olimpos.

C’è da dire che l’isola è molto ventilata ed è piacevole camminare anche sotto il sole d’estate, ma in questo tratto di salita sembra che i venti si siano messi d’accordo di fermarci per fare un po’ di sosta.

Ancora un ultimo sforzo e poi saremo ripagati dalle bellezze dell’Olimpos: un paesino che non può essere descritto con le parole, bisogna andare a visitarlo.

Cena e pernottamento in un piccolo albergo a gestione famigliare.

 

5° giorno:   ripartiamo per Diafani. La tappa di oggi è la più corta (solo 3-4 ore) ed è giusto che sia così dopo i 18 km. di cammino di ieri.

Situata sulla costa marina, la cittadina di Diafani offre ai visitatori delle bellissime spiagge, gustosi piatti e altrettanto buon vino. E’ il luogo ideale per un po’ di relax.

 

6° giorno:   ripristinate le forze dopo il riposo pomeridiano sulla spiaggia di ieri, camminiamo lungo un sentiero costeggiando il mare e dopo ca. 4 ore arriviamo a Tristamo (l’ultimo villaggio abitato sull’isola).

La bellissima baia del golfo di Tristamo è abitata solo da una famiglia d’anziani che vive quasi in assoluto isolamento e che viene aggiornata sulla data del giorno, solo da qualche turista che passa di  lì per caso.

Peccato! Sarebbe stato molto diverso se la strada sterrata e la corrente elettrica fossero arrivati fino a lì per dare vita anche a questo villaggio!

Il posto è molto bello, ma le condizioni in cui si trova non invitano a fermarsi più di 10-15 min.

Rientriamo in direzione di Diafani seguendo lo stesso sentiero dell’andata e cercando di arrivare in tempo utile per un tuffo in mare prima di cena.  

 

7° giorno:   giornata dedicata al mare e al relax.

Nel pomeriggio ci imbarchiamo su un catamarano che ci riporta a Pigadia. Cena e pernottamento.

 

8° giorno:  ci trasferiamo all’aeroporto di Karpathos per rientrare in Italia.

 

LEGENDA:

- Per visitare l’isola di Karpathos basta la carta d’identità in corso di validità.

- E’ richiesta un minimo di preparazione atletica per affrontare  tutte le tappe previste dal programma.

- Per motivi tecnici e organizzativi il programma può subire variazioni.

 

IL COSTO DEL PROGRAMMA E' DI EURO 1445,00 A PERSONA  PER UN GRUPPO DI

6-7 PARTECIPANTI E INCLUDE:

- Viaggio in aereo dall’Italia per Karpathos A/R in classe economy.

- Tutti i trasferimenti con i mezzi pubblici o privati come  indicato nel programma.

- Mezza pensione negli alberghi.

- Polizza assicurativa per assistenza medica, recupero, ricovero in ospedale e  rimpatrio. 

- Accompagnamento di guida alpina italiana con conoscenza della lingua greca.

 

 ATTREZZATURA:

-Scarponcini da trekking comodi.                     -Pila frontale o normale.

-Giacca a vento.                                                -Ombrello o mantella.

-Zaino da 35-45 litri.                                         -Crema protettiva.

-Sacca per il viaggio.                                          -Occhiali da sole.

-Bandana,fascetta.                                             -Asciugamano da spiaggia.

 

INFO:

Guide Alpine Planet Trek by Planet Trek Travel T.O.

Via Ponte Vecchio 1 - 23030 Valfurva – SO –

Cell: +39/ 347 / 32 33 100 ; Tel.Uff: +39/ 0342/ 93 54 89 Fax: +39/ 0342 / 92 50 40

E-mail: plamen@planettrektravel.eu ; www.planetrek.net

 

Ritorna a Trekking