TREKKING IN ISLANDA – IL LONTANO NORD

“La Terra del fuoco e del ghiaccio”. Da Skogar a Landmannalaugar.

 

Dal 16.06 al 24.06.2017

 

 

1°giorno: -Arrivati all’aeroporto di Reykjavik con un volo di linea da Milano,ci trasferiamo in pullman verso la città e ci sistemiamo per il pernottamento in un albergo.

Nel pomeriggio saremo impegnati con la preparazione dei nostri zaini per i successivi giorni di trekking.

 

2°giorno: -Usufruiamo del servizio di un bus da Reykjavik a Skogar, dopodichè affrontiamo la prima tappa di ca. 15 km., un pò piegati sotto i nostri zaini, che contengono l’abbigliamento e i viveri per i primi due giorni di trekking.

Una buona parte dei nostri alimenti per il trekking la troveremo in uno dei rifugi durante il percorso. 

Attraversando pascoli,torrenti e fermandoci ogni tanto per ammirare qualche cascata, arriviamo al rif. Fimmvorouhals -1016m.

Mentre ci sistemiamo per il pernottamento, il nostro cuoco ci prepara un’ abbondante piatto di pasta per la cena.

 

3°giorno: -Partiamo dal rifugio e poco dopo arriviamo sul passo Fimmvorouhals-1064m. situato

tra i bordi di due grandi ghiacciai: il Myrdalsjokull e il Eyjafjallajokull.

Si cammina ancora un pò attraversando qualche nevaio o qualche morena glaciale e si scende nella vallata di Posmork. Poco dopo il ponte, che attraversa il grande fiume, arriviamo al rifugio.

Se siamo ancora in tempo,vale la pena di salire sulla cima del vicino Valahnukur 468m., da dove si apre un panorama spettacolare verso la così denominata “Valle Degli Dei”. Secondo una leggenda islandese gli Dei erano così affascinati dalla bellezza della vallata di Posmork che l’ hanno scelta come loro dimora.

 

 

4°giorno: -Oggi ci aspetta la tappa più lunga del trekking di ca. 20 km. Saliamo la valle di Posmork camminando nel verde dei piccoli boschetti di betulle nane.

Dopo un pò si supera il primo guado. Da qui il paesaggio cambia e inizia a  diventare sempre più severo. Il sentiero costeggia per lunghe ore il canyon di Markarfljot le cui acque defluiscono al mare.

Attraversiamo il torrente che scende dal ghiacciaio Entujokull e affrontiamo l’ultima salita che ci porta a un punto panoramico dov’ è situato il rif.Emstrur.

 

5°giorno: -Dal rif.Emstrur al rif.Alftavatan la tappa è lunga ca. 15 km.

Ci muoviamo su un terreno aspro e desertico, interrotto di volta in volta dai guadi di acque gelide,finchè non arriviamo allo stupendo panorama del lago di Alftavatn dove ci fermiamo per il pernottamento in rifugio.

 

 

 

6°giorno: -Dal rif.Alftavatan al rif. Hrafntinnsker - 15km.

Dal rif.Alftavatan saliamo abbandonando la piana di Altavata e raggiungendo la lingua del piccolo ghiacciaio che scende  dalla cima di Haskeroingur-1281m.,dove tutto intorno a noi cambia.  Si entra in una zona vulcanica e camminando circondati dai gayser, che lasciano uscire nell’aria numerose fumarole di vapore,arriviamo al rif. Hrafntinnsker.

 

7°giorno: -Partiamo presto in mattinata dal rifugio salendo ancora per poco tempo sulle pendici della cima Sooull e seguendo il sentiero, che aggira tanti  gayser e porta alla località di Landmannalugar.

Qui finisce la nostra avventura di trekking e per festeggiare l’arrivo, possiamo indossare i costumi da piscina e fare il bagno nelle pozze d’acqua calda.

Nel pomeriggio prendiamo il bus che ci porterà nell’ albergo di Reykjavik.

 

8°giorno: -Giornata libera per visitare la “Laguna Blue” , per andare ad ammirare il “Grande Gayser” o per fare una semplice passeggiata nella città visitando i centri culturali.

 

9°giorno: -Rientro in Italia con un volo di linea.

 

 

ATTREZZATURA:

-Un paio di scarponcini da trekking comodi e impermeabili.

-Zaino 60 – 70 litri,copri zaino,guanti,copri guanti,fascetta,berretto,berretto con la visiera.

-Sacco a pelo in piuma, sandali per i guadi, pantofole leggere per i rifugi.

-Coltello,borraccia,accendino.

-Pantavento e giacca a vento impermeabili (in gore-tex),pile“windstopper”,pantaloni lunghi da trekking,magliette di ricambio,calze.

-Salviettine umide per l’igiene,set farmacia personale.

 

LEGENDA:

-E’ opportuno portare dall’Italia una piccola scorta di viveri come:bresaola,speck,formaggio grana.

-Per motivi tecnici organizzativi il programma può subire variazioni.

 

Il costo del programma è di 1990,00 Euro a persona e include:

-Biglietto per il volo di linea Milano-Reykjavik-Milano in classe economy.

-Pernottamento con la prima colazione negli alberghi di buona qualità.

-Vitto e alloggio nei rifugi durante il trekking.

-Tutti i trasferimenti secondo il programma con i bus di linea o bus privati.

-Polizza assicurativa per assistenza medica,recupero,ricovero in ospedale e rimpatrio.

-Accompagnamento di guida alpina italiana con la conoscenza di lingua inglese.

 

Il costo non comprende:

-Le bevande ai pasti.

-Il biglietto d’entrata durante le visite dei centri storici e culturali.

 

 

INFO:

                Guide Alpine “Planet Trek” by Planet Trek Travel T.O.

                        Via Ponte Vecchio 1 - 23030 Valfurva – SO –

  Cell: 347 / 32 33 100 ; +39/ 0342/ 93 54 89 ; Fax: 0342 / 92 50 40

E-mail: plamen@planettrektravel.eu ; www.planetrek.net

 

Ritorna a Trekking